In Catamarano seguendo Il Selvaggio Blu

Il Selvaggio Blu sono quattro giorni di trekking, duro, impegnativo nel cuore del Supramonte...

Milena Mulazzi di Milena Mulazzi - Reporter: mare nostrum
‘Il trekking più impegnativo di tutta Italia’ così viene definito il Selvaggio Blu, affermazione riduttiva e quasi banale che non rende giustizia a questa avventura che si sviluppa lungo la parte più selvaggia, inaccessibile e meravigliosa di tutta la Sardegna.

Il Selvaggio Blu sono quattro giorni di trekking, duro, impegnativo nel cuore del Supramonte...lungo un sentiero che si perde nello spazio e nel tempo con una storia tutta sua...attraverso una zona costiera impenetrabile che nasconde meravigliosi paesaggi montuosi affacciati in un mare che più splendido non si può. Lontano dalla civiltà, lontano dagli insediamenti umani ci liberiamo dalle vesti di uomo moderno imparando a meravigliarci della natura declinata alla sua primordiale bellezza.

C’è da sudare, c’è da arrampicarsi e calarsi in corda doppia, assicurati da imbraghi che ci promettono panorami mozzafiato e ci tengono allo stesso tempo in sicurezza. Siamo spinti dalle nostre gambe che traggono energia dalla rude e stupefacente bellezza delle maestose scogliere calcaree che si gettano in una mare color blu cobalto. Si chiama trekking, ma scordatevi di camminare su sentieri ben segnati, il Selvaggio ci obbligherà in più punti a camminare sulle pietraie e sulle accuminate rocce calcaree tipiche del Supramonte.
Ogni tappa inizia e termina con spiagge come Cala Goloritzè, Cala Sisine, Cala Mariolu, Porto Pedrosu, Cala Biriola, Pedra Longa..queste sono definite a unanimità tra le più belle e selvagge di tutto il Mediterraneo.

Cosa vi portate voi:
Il nostro catamarano Lagoon 440 ci aiuta a non avere uno zaino troppo pesante per goderci meglio il caro Selvaggio. Servono sicuramente scarpe da trekking, meglio ancora scarponcini da montagna perché proprio tra imponenti rilievi ci muoveremo. L’abbigliamento segue il classico principio della ‘cipolla’, partiamo dal pantaloncino e maglietta maniche corte per poi coprirci con pantalone lungo, maglia e giacca a vento. A fine escursione il nostro catamarano, dotato di tutti i confort, ci donerà una doccia calda, ristoro e piacevoli serate.

Cosa vi forniamo noi:
Tutta l’attrezzatura specifica per calate in corda doppia, quindi l’imbrago normale e quello specifico da ferrata, comprensivo di casco. Se non avete mai provato la discesa in corda doppia non vi preoccupate, durante il primo giorno di navigazione ci addestreremo insieme e non ci saranno sicuramente problemi.

Passiamo adesso ai numeri tecnici

1° giorno – Check-in entro le 16.00 e sistemazione nelle cabine
2° giorno – Briefing e navigazione

3° giorno – da Pedra Longa a Bacu Tenadili: distanza da percorrere: 13,81 chilometri, totale di ascesa: 993 metri

4° giorno – da Porto Pedrosu a Cala Goloritzé: distanza da percorrere: 13,52 chilometri, totale di ascesa: 747 metri

5° giorno – da Cala Goloritzé a Bacu Mudaloru: distanza da percorrere: 9,4 chilometri, totale di ascesa: 684 metri

6° giorno – da Cala Biriola a Cala Sisine: distanza da percorrere: 6,8 chilometri, totale di ascesa: 588

7° giorno – navigazione

8° giorno – check-out

Costo: Euro 590*

*La quota non comprende la traversate per e dalla Sardegna.

Informazione e Contatti:

Mail:
info@sardiniatrekking.it
info@sardinia-week.com

Telefono:
Stefano +39 333.6898146
Milena +39 347.7648305

Chi Siamo Archivio pubblicazioni Contatti Note Legali Pubblicità Gerenza

© 1999 - 2017 Mare nostrum editrice S.r.l. a socio unico P.iva 02180800902 - Gerenza
Testata giornalistica www.marenostrum.it - Registrazione Tribunale di Sassari n°8 del 09/08/2010 - Iscrizione ROC n°14164
Via Gavino Matta, 3 - 07100 Sassari Italy - Tel. +39 392 9999887
Marenostrum.it | IlPortolano.it | SardegnaEventi24.it | MarenostrumEditrice.it | Zelindo.it

Rss Rss Licenza Creative Commons